…chi potrà rinvenire se non tu le deboli tracce di un principio e tra le siepi il vento che asciugava i viali dopo il temporale e il profumo di cedro verso il mare e laggiù le pinete dormienti? non vorrai forse abbandonarmi qui colpevole come sono di una distratta superbia…di non averti amato abbastanza… di non aver dato valore alla rarità anche di un solo attimo sereno? certo sarebbe alquanto grave…

“Alle nostre deboli tracce” copyright 2014 di Alberto Valli Fassi von Karuck Soheve

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...