quando sei scomparsa il male si è rovesciato nel mio cuore,
anche nei viali e nelle piazze, è divenuto un fiume.
forte è la corrente, non ci si oppone e potrei annegare con te,
ben poco basterebbe.
nel temporaneo disguido della realtà, l’immaginaria scenografia
ha preso il sopravvento. è facile comprendere ciò che fu
trascurato e sembra quasi del tutto naturale afferrarti
per un braccio e riportarti qui.
la via di Cap Ferrat non ha sbocco che in un bosco silente.
la minuscola chiesa dei naviganti è un buon rifugio,
non è un segreto che tu amassi il suo profumo di incenso
e i due alti cipressi del cimitero antico.
non sarai sola perché i fantasmi di St. Hospice saranno lieti
di rivederti, addirittura si mormora che un gran ballo
si darebbe in tuo onore.
il chiarore della luna ti svela tutti i segreti
della notte infinita.
Alberto Valli Fassi von Karuck Soheve. “Alle nostre deboli tracce” copyright 2014

Annunci

4 pensieri su “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...